Organi della

Fondazione Opificium

Sono organi della Fondazione:

  • il Presidente
  • il Consiglio di Amministrazione
  • il Collegio dei Revisori

 

PRESIDENTE

Il Presidente della Fondazione viene nominato dal Consiglio di Amministrazione tra i propri membri e con il gradimento del Consiglio Nazionale dei Periti industriali e dei Periti Industriali Laureati.

La carica di Presidente della Fondazione è incompatibile con quella di Presidente, Vice Presidente e di Consigliere Segretario del Consiglio Nazionale dei Periti industriali e dei Periti Industriali Laureati.

Al Presidente spettano la rappresentanza legale e la firma della Fondazione di fronte ai terzi, in giudizio e nei rapporti con le Pubbliche Autorità.

Egli svolge inoltre le seguenti azioni:

  1. promuove e regola l’attività della Fondazione;
  2. convoca e presiede il Consiglio di Amministrazione;
  3. propone al Consiglio di Amministrazione i membri del Comitato Scientifico;
  4. convoca e presiede il Comitato Scientifico;
  5. formula proposte di delibera da sottoporre al Consiglio;
  6. predispone le Relazioni sulla politica culturale, i programmi e le attività realizzate dalla Fondazione;
  7. attua gli indirizzi stabiliti dal Consiglio;
  8. dispone eventuali provvedimenti d’urgenza, salvo, ove occorra, la ratifica da parte del Consiglio;
  9. cura l’osservanza dello Statuto e ne propone la riforma qualora si renda necessario dandone avviso al Consiglio Nazionale dei Periti industriali e dei Periti Industriali Laureati;
  10. l) il Presidente può nominare procuratori per il compimento di singoli atti o di intere categorie di atti, previa conforme delibera del Consiglio.

Il Consiglio Nazionale dei Periti industriali e dei Periti Industriali Laureati potrà nominare un Presidente Onorario senza compiti operativi.

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Presidente

Per. Ind. Andrea PRAMPOLINI

Specializzazione Telecomunicazioni
Collegio di Modena

Vice Presidente

Per. Ind. Angelo DELL'OSSO

Specializzazione Meccanica
Collegio di Matera

Consigliere

Dott. Per. Ind. Giovanni ESPOSITO

Specializzazione informatica
Collegio di Napoli

giovanni.esposito@fondazioneopificium.it

Consigliere

Per. Ind. Giampiero GIOVANNETTI

Specializzazione Edilizia
Collegio di Firenze

giampiero.giovannetti@fondazioneopificium.it

Consigliere

Per. Ind. Sergio MOLINARI

Specializzazione Edilizia
Collegio di Como

sergio.molinari@fondazioneopificium.it

Il Consiglio di Amministrazione è effettivamente composto da un numero dispari di Consiglieri, da un minimo di tre ad un massimo di 9 membri.

I membri sono nominati dal Consiglio Nazionale dei Periti industriali e dei Periti Industriali Laureati nell’ambito degli iscritti negli albi dei collegi provinciali della categoria.

La carica di componente del Consiglio di Amministrazione non è incompatibile con quella di Consigliere Nazionale dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati salve le medesime incompatibilità previste all’art. 9 dello Statuto.

Venendo a mancare, per decorrenza del termine di durata o per altro motivo, uno o più consiglieri, il Fondatore provvede a reintegrare il Consiglio con apposita nomina.

Tra i membri del Consiglio di Amministrazione è nominato, su proposta del Presidente, un Vicepresidente che ha funzioni vicarie del Presidente. Per la prima volta il Vicepresidente è nominato su proposta del Consiglio Nazionale dei Periti industriali e dei Periti Industriali Laureati.

I membri del Consiglio durano in carica cinque anni e possono essere riconfermati. Il loro mandato scade comunque al momento in cui scade il mandato del Consiglio del Cnpi.

Spettano al Consiglio di Amministrazione i poteri per la gestione dell’ ente e per il compimento  di qualsiasi atto di ordinaria o straordinaria amministrazione nell’ambito degli scopi della Fondazione.

In particolare spetta al Consiglio:

  1. deliberare gli indirizzi dell’attività della Fondazione, approvare i programmi della sua attività su proposta del Presidente;
  2. approvare eventuali Regolamenti;
  3. approvare il bilancio preventivo e quello consuntivo;
  4. deliberare l’accettazione di eredità, donazioni, lasciti, sussidi, contributi ed elargizioni, in genere, destinati alla Fondazione;
  5. autorizzare la partecipazione della Fondazione a consorzi ed altre strutture associative con altri enti, pubblici o privati, organismi, persone fisiche o giuridiche;
  6. deliberare le richieste di contributi e finanziamenti;
  7. deliberare l’istituzione di borse di studio, premi e contributi per attività di studio e ricerca;
  8. nominare il Presidente;
  9. nominare, su proposta del Presidente, il Vicepresidente;
  10. l) nominare, su proposta del Presidente, il Direttore;
  11. m) nominare, su proposta del Presidente, i membri del Comitato Scientifico;
  12. n) revocare, su proposta del Presidente, i membri del Comitato Scientifico;
  13. o) deliberare eventuali modifiche dello Statuto, che devono comunque essere previamente approvate dal Consiglio Nazionale dei Periti industriali e dei Periti Industriali Laureati.

Il Consiglio può delegare parte dei suoi poteri, ad uno o più dei suoi membri, anche disgiuntamente, con esclusione però di quelli attinenti alle modifiche statutarie, all’approvazione dei Regolamenti e dei bilanci, ed alle nomine di cariche statutarie.

Il Presidente del Consiglio di Amministrazione può affidare a taluno dei membri del Consiglio di Amministrazione particolari incarichi.

 

IL COLLEGIO DEI REVISORI

Il Collegio dei Revisori è composto di tre membri, nominati dal Consiglio Nazionale dei Periti industriali e dei Periti Industriali Laureati; essi durano in carica cinque anni e, comunque fino a revoca o dimissioni, e possono essere rinominati.

Il loro mandato scade comunque al momento in cui scade il mandato del Consiglio del Cnpi.

Il Consiglio Nazionale dei Periti industriali e dei Periti Industriali Laureati designa altresì il Presidente del Collegio dei Revisori.

Il Collegio dei Revisori:

  • esamina i bilanci preventive e consuntivi, redigendo, per ciascuno di essi, una Relazione;
  • compie le verifiche necessarie per accertare il regolare andamento della gestione finanziaria ed amministrativa della Fondazione;
  • esercita la vigilanza sulla regolare tenuta dei libri e delle scritture contabili, sull’osservanza della legge, dello Statuto e dei Regolamenti;
  • riferisce periodicamente i risultati dei controlli eseguiti.

I componenti del Collegio partecipano alle riunioni del Consiglio di Amministrazione indette per la discussione ed approvazione dei bilanci e hanno facoltà di partecipare alle altre riunioni del Consiglio di Amministrazione