ATEX e aggiornamento del 2018

Atex e aggiornamento del 2018

Il corso di formazione “ATEX E AGGIORNAMENTO DEL 2018”, organizzato dalla fondazione Opificium in collaborazione con lo Studio Tecnico Mannelli OHS Professional, è articolato in 20 moduli per una durata complessiva di 10 ore ed è disponibile in modalità e-learning asincrono sulla piattaforma e-Academy. La quota di partecipazione è di 180,00 euro +22% Iva. Al superamento del test finale verranno rilasciati 13 cfp.

Considerata l’emergenza Covid-19 e le sue ripercussioni sull’economia del Paese, il presente corso viene proposto gratuitamente agli iscritti all’Albo dei Periti Industriali e sarà fruibile fino al 31 dicembre 2020.

Per accedere al corso è necessario seguire la procedura illustrata:

  1. Accedere alla piattaforma Opificium cliccando su “Iscriviti”
  2. Inserire le credenziali di accesso: – Username : il proprio codice fiscale – Password: opificium2014 (o la propria personale)
  3. Attivare il corso inserendo il seguente codice di attivazione: “04”  sotto la voce “Attivazione corsi” sul menu a sinistra e cliccare attiva.
  4. A questo punto sarà possibile accedere al corso cliccando su “percorsi formativi” e poi su “Corsi erogati dal Consiglio Nazionale”.

    Destinatari: Il corso si rivolge a datori di lavoro, responsabili della sicurezza, progettisti, consulenti, installatori, Responsabili e Addetti Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP e ASPP).

    Obiettivi:  ll Titolo XI del D.Lgs. 81 del 9 aprile 2008 (Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro), riguardante la protezione da atmosfere esplosive, prevede che il datore di lavoro deve:

    – valutare i rischi specifici derivanti da atmosfere esplosive;

    – classificare le aree in cui sono o possono essere presenti atmosfere esplosive (per infiammabili o polveri combustibili);

    – adottare le misure tecniche e organizzative adeguate alla natura dell’attività (evitare la formazione e l’accensione di atmosfere esplosive, attenuare gli effetti pregiudizievoli di un’esplosione);

    – provvedere ad elaborare e a tenere aggiornato un documento denominato “Documento sulla protezione contro le esplosioni”;

    – valutare l’adeguatezza delle apparecchiature, degli impianti di processo e controllo (conformità alla Direttiva 94/9/CE – ATEX di prodotto, recepita in Italia con il DPR 126/98);

    – denunciare e far sottoporre a verifica periodica le installazioni elettriche ubicate in aree classificate come zone 0, 1, 20, 21.

    Il corso ha lo scopo di indicare le modalità e gli strumenti per ottemperare ai suddetti obblighi e di aggiornare i partecipanti sulle novità normative intervenute negli ultimi anni.

    Saranno in particolare approfondite le metodologie per la classificazione delle aree pericolose, la valutazione del rischio di esplosione e la redazione del “Documento sulla protezione contro le esplosioni”.

    Docenti: Ing. Domenico Mannelli

    Durata: 10 h

    Crediti formativi professionali: 13 Cfp

    Test : intermedi e finale

    I contenuti sono i seguenti:

    • Riferimenti legislativi e normativi (Titolo XI D.Lgs. 81/08, DPR 126/98 –
    • Corpi normativi UNI – CEI).
    • Le due Direttive ATEX
    • Classificazione dei luoghi con pericolo di esplosione per presenza di gas,vapori, nebbie infiammabili
    • Classificazione dei luoghi con pericolo di esplosione per presenza di polveri combustibili
    • Valutazione dei rischi di esplosione per gas, vapori e nebbie infiammabili e per polveri combustibili
    • Eliminazione o riduzione dei rischi di esplosione (misure tecniche di prevenzione e protezione, misure organizzative e di coordinamento)
    • Denuncia e verifiche delle installazioni elettriche in atmosfere esplosive
    • Struttura e contenuto del “documento sulla protezione contro le esplosioni”
    • Principali disposizioni legislative e normative relative agli impianti elettrici nei luoghi con pericolo di esplosione con particolare riferimento alla norma CEI EN
    • 60079-17 “Verifica e manutenzione degli impianti elettrici”
    • Principi generali dei modi di protezioni e dei contrassegni
    • La direttiva 2014/34/UE;
    • Le novità nella norma CEI EN 60079-10-1:2016
    • Le novità nella norma CEI EN 60079-10-2:2016 – Necessità di adeguamento degli impianti
    • Esempio di calcolo

    Scarica il programma

    I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.